Roccabernarda (KR)

San Francesco di Paola a
Cinisello Balsamo - 2012

E' sempre molto emozionante vedere incontrare dei vecchi amici che non si vedevano da tanto tempo, o dei parenti che si ritrovano in occasioni speciali.
Ebbene la festa di San Francesco di Paola, portata nei luoghi dove le persone sono state costrette per vari motivi ad emigrare, fa si che avvenga questo.
L'atmosfera cordiale e festosa portata dall'arrivo del Santo, infonda nei cuori degli "Emigrati" tutte quelle qualità delle persone che all'apparenza sembrano perse.
Non esiste più il ritmo frenetico di chi corre per arrivare al posto di lavoro; non esiste più il salutarsi velocemente con un amico o conoscente sotto la metropolitana perchè si deve correre a casa per urgenti impegni.
Alla festa è possibile fermarsi e discutere di come si sta in famiglia. Parlare di momenti della giornata, o raccontare il programma delle vacanze ancora lontane ad arrivare.
La fede che si ha nel nostro Santo Patrono, ci aiuta a sopportare meglio la lontananza dai nostri luoghi di origine, dalle nostre famiglie che vivono ancora in Calabria. Per questa ragione possiamo sentirci abbandonati dalle autorità civili, ma non ci sentiremo mai abbandonati dai nostri fratelli e sorelle nella fede che portiamo verso Dio e verso San Francesco di Paola.

Nella tabella sottostante sono state inserite alcune foto che ritraggono alcuni dei momenti importanti della rappresentazione.

Ringraziamo dunque il comitato che ci ha permesso di ritrovare ancora dopo quattro anni questa "Festa degli Emigrati" ed atmosfera di cordialità e gioia con l'augurio che possa essere ripetuta negli anni avvenire.

Giuseppe Macrì
DSC04265.jpg (111374 byte) DSC04225.jpg (122180 byte) DSC04229.jpg (122251 byte) DSC04233.jpg (71460 byte) DSC04236.jpg (115259 byte) DSC04238.jpg (136786 byte) DSC04255.jpg (103000 byte)
DSC04256.jpg (124577 byte) DSC04261.jpg (101162 byte) DSC04271.jpg (111167 byte)

indietro